E-Bonus - Incentivi per Esercizi Ricettivi

16 giugno 2017

Grazie alla pubblicazione sulla "Gazzetta Ufficiale" del 23/03/2015, il decreto 83/2014 è entrato operativamente in funzione, garantendo il Credito d'Imposta del 30% agli Esercizi Ricettivi singoli o aggregati; il credito prevede uno Sconto massimo fino a 12.500€. 

Un'opportunità importante per gli alberghi e ristoranti, soprattutto in questo periodo di grande attività grazie all'apertura di EXPO 2015, per migliorare il proprio servizio nell'era 2.0.

Chi beneficia del decreto sono:

  • Strutture Alberghiere con almeno 7 camere
  • Extra-Alberghi (Affitacamere, Ostelli, Case Vacanze, ...)
  • Strutture singole con servizi extra-ricettivi (ristorazione, trasporto, ...)
  • Reti d'impresa
  • Agenzie intermediarie turismo incoming

A questi soggetti viene riconosciuto per ogni anno dal 2014 al 2016, un credito d'imposta del 30% dei costi ritenuti eleggibili e in misura non superiore a 12.500€ nei 3 periodi, da utilizzare in compensazione in 3 rate annuali di importo costante.

L'importo concesso concorrerà alla formazione del plafond de minimis di cui al regolamento comunitario 1407/2013 e non è cumulabile con altri incentivi fiscali ottenuti sui medesimi costi.

Sono applicati alcuni limiti alle spese, pur essendo eleggibili al 100%, non superiori a € 41.666 per ogni beneficiario, con l'obiettivo di rispettare il limite massimo del credito d'imposta pari a € 12.500. 
La spesa dovrà essere presentata da apposita certificazione redatta dal proprio commercialista o consulente del lavoro.

Le spese concesse: